Qual è lischemia miocardica o della prostata

Esami della Prostata

Trattamento della prostatite prezzo Almaty

La coronarografia è un esame diagnostico che consente di studiare come il sangue fluisce nelle arterie del cuore coronarie. La procedura prevede l'utilizzo di un piccolo catetere, il quale viene inserito in una delle arterie principali del corpo e condotto nei vasi coronarici ; giunto in questa sede, il catetere rilascia un liquido di contrasto visibile ai raggi Xpermettendo lo studio della circolazione coronarica.

Figura: una serie di immagini radiologiche, che mostrano la diffusione del liquido di contrasto all'interno delle coronarie. Dal sito: cthsurgery. Poiché la coronarografia è un procedura invasiva e potenzialmente pericolosa, va svolta solo dopo una preparazione adeguata e monitorando continuamente il paziente. Al termine della coronarografia, è previsto un periodo di osservazione della durata, di solito, di qualche ora.

La coronarografiadetta anche angiografia coronaricaè un esame diagnostico invasivo che permette di analizzare, su un monitor e in tempo reale, il flusso di sangue all'interno Qual è lischemia miocardica o della prostata vasi arteriosi che ossigenano Qual è lischemia miocardica o della prostata cuore.

Tali vasi sono chiamati coronariepoiché si avvolgono intorno alla base del muscolo cardiaco in modo simile ad una corona. Appartenente alle cosiddette procedure di cateterismo cardiacola coronarografia prevede l'inserimento, in un' arteria importante del corpo, di un piccolo catetere; questo viene poi condotto fino alle coronarie, dove rilascia un liquido di contrasto visibile ai raggi X. Grazie a questa particolarità, tramite un apposito strumento, è possibile esplorare su un monitor il calibro dei vasil'andamento del flusso ematico cioè del sangue ed eventuali occlusioni, restringimenti o altre anomalie.

La coronarografia è ritenuta una procedura invasiva per tre motivi: per l'introduzione e la conduzione del catetere attraverso i vasi arteriosiper l'utilizzo del liquido di contrasto e, infine, per l' esposizione ai raggi Xche sono radiazioni ionizzanti. A causa della sua invasività, l'esecuzione della coronarografia avviene solo se strettamente necessario e solo se gli altri test diagnostici non invasivi, come l' elettrocardiogrammal' ecocardiogrammai test da sforzo ecc, suggeriscono la presenza di un problema alle coronarie.

Figura: determinati problemi cardio- vascolari possono richiedere l'esecuzione di una coronarografia. In caso contrario, infatti, non conviene attuare una procedura non affatto priva di rischi e di complicazioni si veda il capitolo dedicato ai rischi. Sebbene possa essere praticata anche nei casi d'emergenza per esempio durante un infartola coronarografia richiede solitamente una preparazione.

Qualche Qual è lischemia miocardica o della prostata prima della sua esecuzione, infatti, il medico curante deve incontrare il paziente, sottoporlo ad un esame conoscitivo e informarlo sulle precauzioni da adottare nel giorno dell'esame. Durante l' esame conoscitivoil medico curante visita il paziente, misura i suoi parametri vitali pressionepolso ecc e rivede ogni aspetto della sua storia clinicaovvero patologie sofferte, allergie a determinati farmaci, medicinali assunti ecc.

Solo una volta che si sono chiariti tutti questi aspetti, il medico è in grado di dire se esistono controindicazioni alla coronarografia. Nei casi d'emergenza, non c'è né il tempo, né il modo per preparare al meglio il paziente alla coronarografia. Pertanto, il medico deve svolgere un esame conoscitivo con le informazioni che riesce ad ottenere dal paziente e dal familiare che l'ha soccorso e accompagnato in clinica.

Un esame coronarografico ha una durata variabile che va da 15 minuti ad un'ora. Tuttavia, per motivi precauzionali, impegna il paziente per una giornata intera: infatti, si entra in clinica al mattino e si viene dimessi nel pomeriggio inoltrato, se non addirittura il giorno seguente.

Figura: l'apparecchiatura radiologica utilizzata durante una coronarografia. Dal sito: rbain. La procedura è caratterizzata da vari momenti: sedazione, monitoraggio delle funzioni vitali, inserimento di un catetere nel sistema vasale arterioso, scansione ai raggi X e, infine, osservazione. Una volta fatto accomodare sul tavolo radiologico, dove avverrà la coronarografia, il paziente viene sedatoper favorirne il rilassamento, ma mantenuto cosciente.

I sedativi vengono iniettati mediante un ago-cannulainserito nell'avambraccio o nella mano. Il dolorepatito nel momento dell'inserimento dell'ago-cannula, è minimo, talvolta quasi impercettibile.

Dopo la sedazione, deve iniziare il monitoraggio delle funzioni vitali. Qual è lischemia miocardica o della prostata paziente, quindi, viene collegato a una serie di strumenti per la misurazione della pressione sanguignadel battito cardiaco e della saturazione dell'ossigeno nel sangue. Conclusa la sedazione e iniziato il monitoraggio, il medico operante o uno specialista anestetizza la zona inguinale e inserisce, a livello dell' arteria femorale passante per quest'area, un ago-cannula; l'ago-cannula serve come punto d'accesso per il catetere.

Predisposto il punto d'accesso, il medico posiziona la fonte di raggi X sopra il torace del paziente e introduce il catetere. Questa cannula, sotto la guida dello strumento radiologico, viene condotta fino alle coronarie e, in tale sede, Qual è lischemia miocardica o della prostata indotta a rilasciare il liquido di contrasto. Il liquido di contrasto, o mezzo di contrastopossiede la proprietà di essere visibile ai raggi X, pertanto, sulle "lastre" radiologiche, viene impressa la sua diffusione all'interno dei vasi coronarici.

Quando il medico considera concluso l'esame, estrae il catetere, toglie l'ago-cannula e chiude la ferita leggermente dolorosa lasciata da quest'ultimo. Che sensazioni prova il paziente? I pazienti che si apprestano alla coronarografia chiedono spesso se avvertiranno fastidio al passaggio del catetere o al rilascio del liquido di contrasto. Il passaggio del catetere, attraverso le arterie, non causa generalmente alcun dolore particolare; tuttavia, se dovesse farsi sentire in qualche modo, è bene avvisare immediatamente il personale medico.

Il rilascio del liquido di contrasto, invece, provoca Qual è lischemia miocardica o della prostata sensazione molto particolare, simile a una vampata di calore improvvisa flashing. Quest'ultima, infatti, condivide con la prima diversi aspetti procedurali, come l'inserimento di un catetere nella zona inguinale o l'utilizzo di una guida ai raggi X. Al termine della coronarografia, il paziente viene spostato in una sala di ricovero del centro ospedaliero e posto sotto osservazione precauzionale per diverse ore.

Se le condizioni del paziente sono stabili, le dimissioni hanno luogo il giorno stesso dell'esame, generalmente nel tardo pomeriggio. Se invece il medico considera ancora instabile la situazione, è necessario ricoverare il malato per una notte. Per le persone che sono state anche operate di angioplastica, è previsto un ricovero di almeno un paio di giorni. Le cose che è bene fare dopo la coronarografia e quelle che, al contrario, è opportuno evitare.

Bere molta acqua per accelerare l'eliminazione del mezzo di contrasto dal corpo. Seguire le indicazioni del medico in merito a: quali medicinali sono concessi, quando tornare a lavorare, come mantenere pulita la ferita in cui si è inserito il catetere e quando riprendere le normali attività quotidiane. Evitare docce o bagni completi, quanto meno per la prima settimana.

Questi, infatti, potrebbero riaprire la ferita, in cui è stato inserito il catetere, e causare una perdita di sangue. Come ogni procedura di cateterismo cardiaco, anche la coronarografia è potenzialmente pericolosa. Alcune di queste circostanze, specie le più gravi attacco di cuore e ictussono abbastanza rare. Altre, invece, hanno maggiore probabilità di verificarsi se la procedura di coronarografia viene eseguita in assenza di una conoscenza esatta della storia clinica del paziente per esempio nelle emergenze o quando il paziente ignora di essere allergico a qualche sostanza.

La coronarografia permette al medico di vedere molto chiaramente cosa non va all'interno delle arterie coronarie. Infatti, l'esame rileva se e quanto sono occlusi i vasi coronarici e dove risiede di preciso l'occlusione.

Inoltre, offre la preziosa possibilità di ricorrere immediatamente a un'angioplastica, perché ha con quest'ultima diversi aspetti procedurali comuni. Qual è lischemia miocardica o della prostata piatto della bilancia, tuttavia, vanno messi non solo i vantaggi ma anche gli svantaggi: la coronarografia è un esame invasivo e potenzialmente pericoloso, che va eseguito solo se Qual è lischemia miocardica o della prostata.

Che cos'è la scintigrafia miocardica? Quando e come si esegue? Come ci si prepara all'esame? Che rischi comporta? Cosa sono le Coronarie Ostruite? Quali sono le Cause? Sintomi, Segni e possibili Complicanze. Esami per la Diagnosi. Cura, Prognosi e Prevenzione. Le coronarie ostruite sono il risultato di un processo di occlusione parziale o totale a carico delle arterie, le suddette coronarie, deputate a Sintomi, Segni e Complicazioni.

Cura e Rimedi. Prognosi e Prevenzione. In cosa consiste la coronarografia eseguita nel cuore? Quando farla? Quali sono i rischi? Quanto dura? Ecco tutte le risposte in parole semplici. Seguici su. Ultima modifica Generalità Cos'è la coronarografia?

Qual è lischemia miocardica o della prostata si esegue Preparazione Come si esegue? Fase post-intervento Rischi Risultati. Embolizzazione Vedi altri articoli tag Embolia - Angiografia. Fluorangiografia Vedi altri articoli tag Angiografia. Scintigrafia Miocardica Che cos'è la scintigrafia miocardica?

Coronarie Ostruite Cosa sono le Coronarie Ostruite? Coronarografia al cuore: rischi, durata, video, Farmaco e Cura. Stare a riposo. Evitare per diversi giorni qualsiasi attività faticosa.