Un contrasto con risonanza magnetica della prostata

Risonanza Multiparametrica per la Diagnosi Precoce del Tumore alla Prostata

Prostanorm a Minsk

Si stima che un uomo su sei svilupperà un tumore della prostata nel corso della sua vita. Si tratta di cifre che possono spaventare, ma attenzione, un contrasto con risonanza magnetica della prostata di cancro non equivale a morirne! Con la diagnosi precoce e le nuove cure sempre più mirate ed efficaci, è oggi possibile arrivare al traguardo della guarigione a 5 anni dalla prima diagnosi della malattia.

La prevenzionequindi, intesa anche come regolarità nei controlli, è un contrasto con risonanza magnetica della prostata perché rappresenta la nostra più potente un contrasto con risonanza magnetica della prostata contro qualunque forma di neoplasia. L' adenoma prostaticose individuato in tempo, non sempre necessita di cure specifiche, soprattutto se localizzato e poco aggressivo. A proposito di prevenzione, e di diagnostica, una delle metodiche che si sta imponendo come particolarmente efficace e precisa nella individuazione e localizzazione di tumori prostatici è la risonanza magnetica multiparametrica.

La RM è una tecnica di imaging diagnostico che esiste da 30 anni e che non utilizza radiazioni nocive per il corpo umano ma campi magnetici e radiofrequenze del tutto innocui, pertanto utilizzabili sia nei bambini che nelle donne in gravidanza. Addirittura oggi esiste una tipologia di RM detta fetale, che serve per individuare patologie e malformazioni nel feto. Si possono vedere tutte un contrasto con risonanza magnetica della prostata variazioni di segnale rispetto ai tessuti sani, normali.

Ma negli ultimi anni il maggior sviluppo si è avuto in oncologia e qui arriviamo alla RM multiparametrica, tecnica che permette di ottenere più risposte attraverso un differente modo di interrogare i tessuti.

Esempio: la composizione cellulareovvero quanto più un tessuto è cellularizzato, che si valuta con la tecnica di diffusione.

Altro parametro è la vascolarizzazione. Un tessuto tumorale ha una composizione diversa, sia dal punto di un contrasto con risonanza magnetica della prostata della cellularità che della vascolarizzazione, rispetto ad un tessuto sano. Mettendo insieme tutte queste informazioni multiparametriche è possibile arrivare ad una diagnosi più precisa, soprattutto quando parliamo di tumori. Intanto perché, sotto il profilo epidemiologico, il tumore della prostata è da considerarsi oggi quasi endemico, per la sua incidenza sulla popolazione maschile.

Ed ecco che arriviamo alla RM multiparametrica. Quando inizia ad essere applicata specificamente per la diagnosi del tumore prostatico? In modo esteso direi non più di 5 anni fa, è stata una rivoluzione vera e propria. Oggi esistono dei criteri, delle linee guida internazionali su come deve essere fatta la diagnosi di tumore prostatico e che lo classificano sulla base di una gradazione — detta PIRADS score — che va da 1 a 5.

La biopsia prostatica si va ad effettuare quindi solo quando la gradazione è elevata, non negli altri casi in cui lo score è basso. Il paziente con un Gleason score inferiore o uguale a 6 è considerato a basso rischio, uguale o superiore a 7 ad alto rischio. Non proprio. Alcuni Centri la usano, altri no. Si tratta di una sonda che viene inserita nel retto del paziente e che amplifica il segnale che arriva dalla prostata ma che è un pochino fastidiosa.

Un contrasto con risonanza magnetica della prostata nostro centro viene utilizzata perché ritengo che la bobina endorettale migliori significativamente il segnale e quindi la qualità delle immagini ottenute. Per tale ragione la preparazione consiste in un clistere e nel digiuno di 6 ore.

Non è doloroso e la durata è intorno ai minuti. Successivamente si possono riprendere normalmente le proprie attività e anche gli esiti sono quasi immediati. Di fatto viene già utilizzata questa tecnica per il tumore della mammella. Inoltre essendo un esame innocuo è il più idoneo per le donne in gravidanza o in allattamento, ovviamente, in questo caso, senza mezzo un contrasto con risonanza magnetica della prostata contrasto, quando vi sia il sospetto di un tumore della mammella, essendo la mammografia controindicata.

Risonanza magnetica multiparametrica per la diagnosi del tumore della prostata. Ecco perché oggi ti parlo della Risonanza Magnetica multiparametrica, una nuova tecnica di screening innocua e non invasiva.

Intervista al Dott. Libera i tuoi pensieri! Condividi questo articolo. Ohga Libera la tua energia su Facebook. Diffondi l'energia di Ohga! Ohga è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n. IVA Eccetto dove diversamente indicato, tutti i contenuti di Ohga sono rilasciati sotto licenza "Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.